Visita alla perla della pianura bolognese il cui centro storico è un vero scrigno di tesori: opere straordinarie del Guercino, di Guido Reni e di Lavinia Fontana - bolognawelcome

Visita alla perla della pianura bolognese il cui centro storico è un vero scrigno di tesori: opere straordinarie del Guercino, di Guido Reni e di Lavinia Fontana

Pieve di Cento

Dalla porta, risalente al XIV secolo - sede oggi della Scuola di Liuteria conosciuta a livello internazionale - si prosegue su via Melloni, su cui affacciano i resti dell'antico baluardo. Proseguendo nel suggestivo dedalo di viuzze,  si giunge alla piazza A. Costa, cuore del paese, sede del Palazzo Comunale (al cui interno è ospitato l'Archivio Notarile), del Museo della Musica, del Teatro dedicato ad Alice Zeppilli e della Collegiata di S. Maria Maggiore che custudisce un ricchissimo  patrimonio artistico con opere di Guido Reni, Guercino, Lavinia Fontana e altri. Si attraversa il Voltone, luogo di incontro dei pievesi e antica sede del mercato coperto, quindi si arriva alla "Piazzetta delle Catene", ove si trova un'antica colonna viaria e la Casa degli Anziani. Da qui, si continua lungo via Risorgimento e poi via San Carlo, percorrendo alcuni tra i portici più antichi del borgo per giungere infine alla Rocca medievale.

Punto di ritrovo:
Porta Ferrara,
Via G. B. Melloni, 22, Pieve di Cento

Data ed orario di partenza:
04/09/2021 15:00; 17:00
11/09/2021 15:00; 17:00
18/09/2021 15:00; 17:00
25/09/2021 15:00; 17:00

Durata:
1h45min

Norme da rispettare:
Obbligo rispetto protocollo Covid 19

Note:
E' presente un grande piazzale a uso parcheggio vicino al punto di ritrovo, davanti al Parco "Isola che non c'è", di fianco alla Scuola Materna.

Itinerario

  1. Porta Ferrara, Via G. B. Melloni, 22, Pieve di Cento